martedì 13 gennaio 2009

Facebook: attenzione al materiale che pubblicate

Questa volta non è una bufala. Secondo le condizioni d'uso Facebook, quando pubblichi una qualsiasi opera intellettuale sullo stesso "concedi automaticamente l’autorizzazione e la garanzia di disporre del diritto a fornire alla Società l’autorizzazione irrevocabile, perpetua, non esclusiva, trasferibile, totalmente acquistata e valida in tutto il mondo (con il diritto di concedere sotto-licenze) ad utilizzare, copiare, eseguire ed esporre in pubblico, riformattare, tradurre, estrarre (integralmente o parzialmente) e distribuire tali Contenuti dell’utente per qualsiasi scopo commerciale, pubblicitario o di altra natura, sul sito o su canali collegati al sito o alla presente promozione, nonché a incorporare in altre opere, ad esempio i Contenuti dell’utente, e a concedere ed autorizzare sotto-licenze di tali contenuti."

D'altronde Facebook mette a disposizione un enorme spazio sugli hard disk per archiviare tutti i dati degli utenti, eppure la concessione è piuttosto netta. Soluzioni? Attenzione a pubblicare materiale interessante (fotografie artistiche, racconti, musica di propria realizzazione), e nel caso pubblicarlo a bassa qualità. Il diritto concesso non è esclusivo, ma impedisce ad esempio la partecipazione dell'opera a quei concorsi che chiedono il diritto esclusivo di distribuzione.

4 commenti:

sghiprlo ha detto...

a me pare una clausola standard, è IDENTICA pure su Wordpress
non mi stupirei se anche Blogger la prevedesse

Francesco Contini ha detto...

certo, è una clausola standard, ciò non toglie che mentre un blogger è a conoscenza di molte di queste piccole questioni legali, un tipico utente facebook no.

Nemo ha detto...

Avete letto le vicissitudini di quel povero ragazzo francese..?

Francesco Contini ha detto...

ti riferisci a questo?