venerdì 23 gennaio 2009

Bufale: I protocolli dei Savi di Sion


immagine protetta da copyright - vietata la riproduzione

Oh, visto che questa settimana è andata così, finisco di consacrare il mio lavoro unendomi a quella schiera di poveracci che dal 1920 ad oggi si sono dannati dimostrando e ribadendo che i protocolli dei savi di Sion sono una bufala! se non fosse abbastanza chiaro ve lo metto in tipografica evidenza:

i protocolli dei savi di Sion sono una bufala!

Questo perché ogni tanto resuscitano sulla bocca di qualcuno, tipo questo documento, presentato da simpatici tizi ammiratori di un tale Giulio Cesare Andrea Evola, per gli amici Julius, un nazistucolo figlio di papà, per intendersi. Oppure questi altri tizi qua, che li presentano così:

Iniziamo la pubblicazione dei famosi Protocolli di Sion; veri o falsi che siano, lo sviluppo geopolitica e economico attuale sembra essere guidato da tali dettami.

Questi "documenti", in realtà un'opera di finzione letteraria scritta nella forma di documento segreto, svelerebbero il piano degli ebrei, o forse del mignolo col prof non ricordo bene, di conquistare il mondo attraverso sotterfugi economici. Peccato che siano stati copiati in gran parte da un pamphlet letterario del 1864 di Marcel Joly dal titolo "Dialogue aux enfers entre Machiavel et Montesquieu (Dialoghi agli inferi tra Machiavelli e Montesquieu)". L'interessante storia dell'opera è raccontata su Wikipedia, ma in breve nel '68 un antisemita tedesco, tale Goedsche, pubblica sotto lo pseudonimo di Sir John Retcliffe un'opera, Biarritz, che utilizza i dialoghi del pamphlet di Joly immaginandoli nel contesto di un'assemblea segreta di rabbini che si riunirebbe ogni 100 anni per tentare di conquistare il mondo, copiando tra l'altro la trama a Dumas, che racconta un episodio nel suo Giovanni Balsamo, nel quale Cagliostro mette in piedi una cospirazione per impadronirsi di una collana di diamanti. Insomma, per farla breve, i dialoghi finiscono in Russia dove vengono pubblicati in sordina, e rimangono tali fino al 1917, quando cominciano ad aver successo, e ad essere creduti documento originale. Vengono sbufalati una prima volta da un giornalista inglese, Philip Graves sul Times, nel 1921. Naturalmente questo non basta, perché la mamma dei complottisti è sempre incinta, e i protocolli imperterriti risorgono dalle ceneri. Da allora questo falso storico lampante viene riproposto per sostenere la tesi degli antisionisti, come fosse un documento originale. Insomma, l'ignoranza e la malafede prosperano, ma il senso critico ci salverà.
edit: ah, ecco dov'è che avevo sentito ritirar fuori la bufala dei protocolli...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

in effetti,allorquando lessi per la prima volta tale documento,il mio primo pensiero fu che doveva trattarsi di una volgare montatura.Come è possibile ,pensai, convincere gli esseri umani,creati ad immagine e somiglianza dell'altissimo, e,perciò,dotati del dono inestimabile della ragione,che nel mondo occidentale,imperversa sotterraneamente,da più di tre secoli secoli,capeggiato da esponenti eccellenti della identità ebraica,un monolitico complotto, volto ad attuare uno spregiudicato programma,avvalendosi dell'applicazione di ogni sorta di sotterfugio,ideato in forza di tutti gli imponenti mezzi di una conoscenza onnicomprensiva(sapere scientifico inteso in tutte le sue possibili espressioni,letteratura,cinema,pseudo scienze come l'economia e la psicologia,nonchè addirittura arti esoteriche occulte)così da impadronirsi politicamente del pianeta,concretizzando finalmente la millenaria aspirazione messianica degli eletti.L'attribuzione di simili tenebrosi propositi potrebbe forse essere credibile se riferita ad altre entità assai più subdole,quali il diabolico e spietato terrorismo islamico,praticato da organizzazioni internazionali poderose,sostenute da formidabili cavernicoli in ciabatte,o dalle menti perverse di porporati pedofili ed intriganti,annidati nella curia,ma non di certo al nobile popolo di Sion!Che centrano gli ebrei con la cultura dominante?Con la scienza,con il cinema,con i mass media, con le istituzioni politiche e gli ordinamenti giuridici,con gli alti ranghi della massoneria internazionale,con i l'esoterismo dilagante,con il capitalismo,con il comunismo,con la politica israeliana,con l'economia e la finanza mondiali,con le crisi economiche,con le guerre,con il signoraggio bancario e magari con la dittatura economica e militare, sostenuta dalle società multinazionali operanti nel terzo e quarto mondo?E poi chi ha detto che tutti i principali banchieri del mondo sono ebrei?Ipotizzare addirittura che abbiano finanziato il nazismo!Come si può pensare che la Shoà sia stata una gigantesca messinscena,strumentalizzata ad arte con la costruzione di un mito? Sono soltanto ignobili dicerie!Dove sarebbero le prove?Se i protocolli dicessro il vero,la gente se ne accorgerebbe dai!E poi gli ebrei sono migliori di tutti gli altri esseri umani,si vede anche dai film e dai programmi televisivi,si legge anche sui testi di scuola e non! Sono più buoni e giusti!I palestinesi sì che sono malvagi,vuoi mettere,con i loro terribili razzi da festa di capodanno!Tanto cattivi da meritare di essere maciullati fin da bimbi,in virtù del nota massima machiavellica fatta propria dai nazisti,ossia che il fine giustifica i mezzi !!!
Nel mondo abbiamo ogni genere di bufala...dalle buonissime mozzarelle a quelle che, quotidianamente, ci vengono propinate da ogni direzione...solo nella matematica non se ne trovano! 1+1=2 CONTRA FACTUM NON DATUR ARGOMENTUM!

Anonimo ha detto...

premetto che non sono ebreo nè religioso in generale.i protocolli sono una lettura falsa. tutto ciò che dicono è inventato. per chi leggesse il commento sopra, ricordate che israeliano ed ebreo non sono la stessa cosa, ed è su questo che bisogna lavorare. il complotto ebraico sottintende che gli ebrei sono tutti d'accordo. ma come sarebbe possibile? nemmeno i nazisti erano tutti d'accordo. però sarbbe spiegabile se gli ebrei in realtà fossero robot. si, robot satanici inviati dallo spazio profondo per dominarci. come no. anche i bianchi sono dappertutto. anche i cinesi, e i neri. anche i gatti. il complotto dei gatti. se noterete, in tutte le famiglie più importanti del mondo c'è un gatto. perchè non vi spaventate? perchè non siete malati di mente. contenti? così così.

Anonimo ha detto...

sì, potrebbero essere un falso...
però mi chiedo: laddove(secondo protocollo) si parla dell'informazione come mezzo di assoggettamento delle coscienze umane, trovo una estrema similitudine con la maggior parte delle agenzie di stampa nel mondo controllate dal vincolo "Trilateral Commission CFR.
Forse è una caso, ma allora dobbiamo considerare un caso anche la strategia sionista di epurazione del popolo palestinese... o il mancato rispetto di ben 72 risoluzioni Onu non rispettate dal governo sionista di Tel Aviv. Ripeto, i protocolli forse sono un falso... ma ben congeniato e realista.

Francesco Contini ha detto...

potrebbe essere un falso. Spiritoso lui