mercoledì 18 febbraio 2009

Sanremo 1a serata

bah, serata non male a dire la verità. Benigni quasi come ai vecchi tempi. Bonolis ormai è irrecuperabile, c'è da fargli il reset del vocabolario, un vezzo fastidioso soltanto. Laurenti ci ha ragione, faceva il karaoke. Incomprensibile la presenza del belloccio maritodinonsochi, invece la tipa m'ha fatto ridere con quella storia del "non si poteva chiamare Mario?". Mina all'inizio bella voce non c'è che dire, ben riuscito anche il tutto. Le gag Bonolis Laurenti un po' trite, adatte agli ultranovantenni appassionati del festival. M'è garbata la tipa febbricitante, simpatica. Incomprensibile pure il collegamento col tipo delle nazioni unite, la fiera del luogocomune peggiore. Ma Bonolis perché faceva finta di parlare quell'inglese teribbile? boh. Altre comparsate mi sono passate di mente. Veniamo alle canzoni.
Dolcenera anonima, anche se a me lei piace.
Leali 'ddu palle, voce bella per carità.
Tricarico merita per l'espressione assente, se evitasse di cantare..
Quel Marco Carta non sapevo chi fosse fino a due minuti fa, quando mi hanno comunicato la trista provenienza. Ancora più "trista" la performance.
Patty Pravo mi fa letteralmente cagare, per cui ero in bagno quando cantava.
Ah, quanto è figo il clarinetto quando suona Rhapsody in Blue, quasi quasi imparo a suonarlo.
Masini molto più che dignitoso. Poi da piccino Masini mi garbava, e non ho smesso.
Renga è uno bravo, ma la canzone simil lirica no, non va.
Sul trio Pupo Yussou N'Dour Belli stendo un velo pietosissimo.
Gemelli Diversi, senza quella roba elettronica sulla voce di quello checca, passabili.
Albano diosanto, una volta era fastidioso, ora ha perso la voce ed è meno fastidioso, ma pur sempre da evitare. Da notare i fischi del pubblico quando hanno annunciato che si era salvato.
Afterhours stonati, ciònondimeno ottimi. Prevedibilmente eliminati.
La Zanicchi vabbé... certo fa impressione sentirla dire quelle robe, brrr.
Nicolai-Di Battista, due grandi musicisti, a Sanremo non andranno lontano.
Povia, purtroppo la canzone funziona, ce la propineranno dovunque. Testo squallido. Se lo faceva al contrario si poteva credere alle sue buone intenzioni.
Da Vinci, mamma mia! Meglio abbassare il volume, tutto.
Lavezzi e Alexia, se Lavezzi stava a casa era meglio. Alexia mi garba, ma non a Sanremo.
I giovani, non mi chiedete i nomi, buona la prima, ottima la seconda, oribbile il terzo.
Notte a tutti!

2 commenti:

giuseppe ha detto...

afterhours stonati???????????????????????????????????????????????????
ma che dici????

Francesco Contini ha detto...

chissà cosa spinge le persone a credere che nell'aumentare il numero dei punti interrogativi si renda la domanda più interessante.