giovedì 12 febbraio 2009

Rileggere Darwin dopo 150 anni

Pubblicizzo un incontro che sarà gradito agli appassionati di scienza.

Data:
giovedì 12 febbraio 2009
Ora:
17.45 - 23.45
Luogo:
Teatro Colosseo
Indirizzo:
Via Madama Cristina 71 - 10125 TORINO (TO)
Telefono:
390118394913
E-mail:


Nell'ambito di Giovedìscienza incontro con Piergiorgio Odifreddi dell'Università di Torino.

Il 27 dicembre 1831 la nave Beagle salpò dall'Inghilterra con a bordo un passeggero d'eccezione, il giovane Charles Darwin, per un giro del mondo che durò cinque anni. In quel viaggio Darwin raccolse dati naturalistici di ogni genere, e tornato in patria si mise a esaminarli, arrivando, nel suo capolavoro, L'origine delle specie (1859), alla conclusione che le specie vegetali e animali non sono state create indipendentemente l'una dall'altra una volta per sempre, ma si sono evolute nel tempo...

Presenta Piero Bianucci.

E' possibile seguire la conferenza in diretta su Internet o anche vederla dopo qualche giorno dalla data di programmazione su http://www.giovediscienza.org

A cura dell'Associazione Centro-Scienza Onlus

2 commenti:

la Gamba di Cratete ha detto...

A Dublino ho visto una libreria scientifica cristiana che ha la vetrina piena di libri su Darwin e sull'evoluzionismo spiegati secondo il cristianesimo: mi chiedo cosa si saranno inventati!

p.s. scusa, ho risposto oggi all'email di ieri: ogni tanto capita che mi dimentichi di controllare la casella per giorni e giorni, talvolta con effetti catastrofici che ti lascio immaginare...

Francesco Contini ha detto...

figurati, mi pare di aver risolto a parte quegli enormi pulsantoni play insiegabili. Ma si sa, l'informatica non è una scienza esatta..