lunedì 4 maggio 2009

Eh no ciccio!

immagine protetta da copyright

Abbiamo sentito la querelle tra Berlusconi Silvio e la signora Veronica Lario, piuttosto seccata dalla propensione al gentil sesso del marito, che non manca mai di confermare. Devo dire che al principio avrei pure dato ragione al marito, ovvero in condizioni normali sarebbe ovvio considerarli fatti privati, o quantomeno politicamente assai poco rilevanti.

A questo punto però Matteo Bordone mi ha ricordato una cosa, ovvero che lo stesso Silvio Berlusconi qualche tempo fa ci mandò un simpaticissimo presente, ovvero un libro illustrato sulla sua vita "privata", dal bel titolo "Una storia italiana", nel quale ricordava le sue virtù familiari. Cominciava con un:
IL CARATTERE E LE PASSIONI
Chi è veramente il leader di Forza Italia, come vive l’uomo che vuole cambiare il Paese? Abbiamo ripercorso la sua vicenda umana, dall’infanzia milanese al liceo dei Padri Salesiani. E poi, l’università, il lavoro, le sfide e le vittorie. Ma, soprattutto, vi raccontiamo gli affetti, le passioni, le amicizie, gli amori di Silvio Berlusconi.

E continuava liberamente decantando le virtù familiari del premier, che da buon padre di famiglia non poteva che essere un buon re per il nostro popolino.
Ora il buon padre di famiglia, paladino dei valori cattolici, si trova di fronte al pubblico interesse per il suo divorzio, ed ora invoca il diritto alla privatezza? Ma come, lui che ha radicato la sua reputazione pubblica sulla capacità taumaturgica di sanare qualsiasi dissidio ed affrontare qualsiasi problema per infine giungere ad una radiosa soluzione, ritiene poco corretto che si parli di lui, quando poco tempo fa però si pubblicizzava dicendo:
Silvio Berlusconi ha sempre avuto un culto per la famiglia e dedica alla famiglia tutto il tempo che riesce a sottrarre al lavoro.

Eh no, ciccio! Così è troppo facile.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

2 commenti:

Anja ha detto...

Ho come l'impressione che finirà come dice il Times: Italians are used to Mr Berlusconi altering reality by simply denying he said or did something, even if the evidence was recorded, but most Italians merely shrugged...tristizia

markogts ha detto...

Complotto Complotto! I cumunisti volevano il divorzio negli anni '70 per poter affossare il nostro caro leader adesso!